X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
Anagrafica e riferimenti Ente
ANAGRAFICA
Nome Ente: AZIENDA OSPEDALIERA DI DESIO E VIMERCATE
Anno Costituzione: 10 DICEMBRE 2015
Codice Fiscale: 02733390963
Partita Iva: 02733390963
Indirizzo: VIA SANTI COSMA E DAMIANO 10
Città: VIMERCATE
Cap: 20871
Provincia: MB
RIFERIMENTI ENTE
Nome legale rappresentante: PASQUALE PELLINO
Mail legale rappresentante: PASQUALE.PELLINO@ASST-VIMERCATE.IT
Psicologo Referente: CANNAROZZI CARLO CIRO
Psicologo Referente Email: CARLOCIRO.CANNAROZZI@ASST-VIMERCATE.IT
Mail di riferimento ente: UFFICIO.PROTOCOLLO@ASST-VIMERCATE.IT
Pec: PROTOCOLLO@PEC.ASST-VIMERCATE.IT
Numero di telefono: 03966541
Indirizzo Web: http://www.asst-vimercate.it
Attività psicologica Ente
L'ASST di Vimercate esercita le nuove attività e funzioni in una complessa articolazione di Sedi Servizi ed attività di seguito schematicamente descritte nelle quali operano psicologi:

-Cure domiciliari (ADI) - per Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) si intende l'intervento a domicilio del paziente, di infermieri professionali, terapisti della riabilitazione ed altri operatori sanitari secondo un piano di cura personalizzato (Piano di Assistenza Individuale ? PAI).
- Dipartimento salute Mentale (troppo complesso per descriverlo qui);
- Servizio di Neuropsichiatria Infantile (troppo complesso per descriverlo qui);
- Unità Operativa Complessa di Cure palliative/Hospice (troppo complesso per descriverlo qui);
- Centro Diurno Riabilitativo - il Centro Diurno Riabilitativo ha il compito di promuovere l?inserimento di persone portatrici di disabi-lità psicofisica, di età compresa tra i 18 ed i 65 anni, con compromissione media o grave dell?autonomia personale e/o sociale
- Nucleo Operativo Alcologia - il N.O.A. si occupa di diagnosi, cura e riabilitazione delle condizioni di abuso e dipendenza da be-vande alcoliche. Vengono predisposti programmi individualizzati, che possono prevedere interventi di tipo medico-sanitario, farma-cologico, psicologico e socio-educativo, oltre che l?accompagnamento a programmi in Comunità Terapeutiche
- Servizio dipendenze - il SERT si occupa di diagnosi, cura e riabilitazione delle condizioni di abuso e dipendenza da sostanze stu-pefacenti e droghe. Vengono predisposti programmi individualizzati che possono prevedere interventi di tipo medico-sanitario, far-macologico, psicologico e socio-educativo, oltre che l?accompagnamento a programmi in Comunità Terapeutiche per tossicodipendenti.
Progetti Ente
Progetto promozione competenze genitoriali
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia sociale
Il tirocinante, in primis, sar? impegnato, insieme al tutor ( Psicologo strutturato ) nella osservazione del funzionamento dell'equip? multidisciplinare dei professionisti che lavorano in ambito Consultoriale. Il tirocinante, infatti, collaborer? con il supervisore e/o tutor nella realizzazione di interventi diretti a sostenere la relazione genitore-figlio sia a livello della diade sia a livello familiare.
Metodi/ Strumenti adottati/attivit? concrete.
Il tirocinante, inoltre, sar? coinvolto nelle seguenti attivit? :
- Studio della letteratura;
-Partecipazione all'equip? multidisciplinare;
-Partecipazioner al gruppo della supervisione clinica degli operatori sui casi in carico al Consultorio Familiare che riguardano terapie di coppia; Adolescenti; Terapia individuale e Sostegno alla genitorialit?.
-Elaborazione e collaborazione con lo psicologo Tutor nella costruzione e standardizzazione di strumenti di indagine psicologica specifici;
-Supporto e presenza con il tutor nei colloqui di inquadramento diagnostico.
-Discussione dei casi clinici osservati con il tutor di riferimento;
-Affiancamento al tutor nella stesura di relazioni cliniche da inviare ad Enti e Servizi quali Tribunali e Comuni.
- collaborazione nello sviluppo di reti di sostegno e di aiuto con l'obiettivo di prevenzione o risolvere un eventuale disagio familiare. Nel progetto il tirocinante osserver? come il tutor attraverso delle consulenze individuali o delle attivit? gruppali offra un sostegno per lo sviluppo di una armonica relazione di attaccamento madre e bambino, favorire l?allattamento al seno, la cura del neonato e l?armonico inserimento del nuovo nato nella trama delle relazioni familiari.
Il tirocinante sar?, infine, potr? essere impegnato, affiancato dal tutor, nella realizzazione di interventi di Comunit? sui temi legati all'educazione della sessuait?.
Progetto salute mentale adulti
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
Gli obiettivi per il tirocinio post-lauream nell'area clinica della Salute Mentale sono quelli di fornire metodologie e strumenti per la gestione di colloqui di inquadramento diagnostico.
Nello specifico il tirocinante affianca e supporta i professionisti in colloqui di counseling individuali, familiari e di gruppo a utenti del Servizio salute mentale.
L'obiettivo finale di tale attivit? ? quello di fornire strumenti utili per saper riconoscere le dinamiche psicologiche e relazionali (individuali, familiari e di gruppo) e saper leggere una diagnosi clinica.

Obiettivi formativi e professionalizzanti:
- Comprendere l'organizzazione del Servizio Salute mentale
- Osservare in modo sistematico le attivit? del Servizio Salute Mentale
- Organizzare e raccogliere informazioni attraverso la partecipazione ai colloqui individuali, familiari e di gruppo ed eventualmente alla somministrazione dei test psicodiagnostici specifici
- Riflessione teorica in base alle diverse ricerche effettuate dal Servizio Salute Mentale
- Acquisizione delle abilit? utili allo sviluppo professionale (tecniche di colloquio, orientamento psicologico, counselling)
- Conoscere e comprendere la terminologia utilizzata nel Servizio di Salute Mentale
- Somministrazione, analisi e valutazione di test e discussione dei risultati emersi

Le PRINCIPALI ATTIVITA' svolte dai tirocinanti sono:
Partecipazione ai gruppi di Supervisione sui casi ed alle riunioni di equipe;
Collaborazione nell'attivit? di rilevazione fabbisogni clienti/pazienti ;
Supporto a colloqui di inquadramento diagnostico;
Partecipazione in affiancamento alle attivit? di counseling psicologico;
Presenza in gruppi di supervisione clinica;
Affiancamento nella somministrazione di test psicodiagnostici;
Documentazione e redazione per ricerche cliniche.
Progetto cure palliative
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
La realt? della malattia in fase avanzata e terminale si presenta complessa e multidimensionale;
i diversi aspetti, sia organici che psicologici, sono strettamente intrecciati tra loro e vengono vissuti spesso con molta intensit? dal malato, dai familiari, dal personale sanitario.
Alla luce di quanto detto, appare evidente come la competenza psicologica sia importante:

1) per poter cogliere le dinamiche individuali e relazionali operanti in diverse situazioni e contesti (fase psicodiagnostica);

2) riconoscere le risorse, le difficolt?, le resistenze e sviluppare atteggiamenti positivi per la definizione e realizzazione degli obiettivi di cura (fase psicodiagnostica);

3) favorire atteggiamenti e stili di intervento pi? adattativi e prevenire la confusione che pu? far seguito ad eventuali interferenze non rilevate tra le esperienze dei curanti e quelle degli utenti (fase dell' intervento psicologico);

4) sviluppare nei pazienti negli operatori e nelle famiglie la capacit? di saper contenere ed elaborare tensioni e sofferenze (sostegno psicologico compreso il supporto psicologico al lutto).

5) riconoscere le difficolt? e sviluppare atteggiamenti positivi per la definizione e realizzazione degli obiettivi di cura;

L'intervento psicologico pu? essere realizzato, con modalit? distinte, in due direzioni: da un lato nei confronti degli operatori sanitari, dall'altro direttamente con i pazienti e con le loro famiglie.
Disturbi specifici dell'apprendimento in et? evolutiva presso il Servizio di Neuropsichiatria dell?infanzia e dell?adolescenza
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Attraverso la partecipazione, l?osservazione e la pratica clinica guidata sotto il controllo del tutor, il tirocinante si avvier? ad un percorso di autonomizzazione nell?uso degli strumenti clinici specifici
della professione, indispensabili per arrivare ad una corretta diagnosi e all'impostazione del piano di trattamento anche multi-disciplinare nell'ambito dei disturbi specifici del'apprendimento e del linguaggio in et? evolutiva.


OBIETTIVI FORMATIVI
Acquisizione delle competenze professionali necessarie per:
1. impostare un adeguato iter di valutazione, anche multidisciplinare, per giungere alla definizione diagnostica dei disturbi delle sviluppo del linguaggio e dell'apprendimento
2. formulare corrette diagnosi differenziali sui disturbi dello sviluppo (specifici quali disturbi di linguaggio, dell'apprendimento e generalizzati, ritardi mentali ecc) in et? evolutiva e sui disturbi psicopatologici in et? evolutiva.
3. impostare le relazioni conclusive sulla valutazione diagnostica


COMPETENZE PROFESSIONALI
Il tirocinante al termine dell?esperienza dovrebbe avere acquisito le seguenti capacit?:
1. condurre un colloquio clinico per una raccolta anamnestica completa
2. programmare la sequenza di valutazione e utilizzare gli strumenti clinici adeguati;
valutazione intellettiva con WISC IV, WAIS IV;valutazione neuropsicologica, delle funzioni esecutive, dell'attenzione e degli apprendimenti
3. elaborare la diagnosi e una relazione diagnostica
5. condurre un colloquio di restituzione diagnostica
6. condurre colloqui con insegnanti

PRINCIPALI ATTIVIT? ASSEGNATE AI TIROCINANTI
1. partecipazione ed osservazione diretta del lavoro dello psicologo durante la fase diagnostica
2. partecipazione alla discussione casi nell??quipe multidisciplinare
3. conduzione diretta (affiancato dal tutor), se possibile e se le competenze professionali acquisite lo consentono, di colloqui di primo accesso, di valutazione ed uso di strumenti da valutazione.

METODOLOGIE UTILIZZATE
1. Graduale autonomizzazione del tirocinante, partendo dall?osservazione diretta a tutte le fasi del lavoro psicologico fino ad arrivare alla possibilit? di condurre in prima persona (affiancato dal tutor) colloqui e valutazione, in relazione alle competenze professionali realmente apprese
2. partecipazione alla stesura della relazione cliniche e successivamente stesura in autonomia della relazione stessa
3. partecipazione ad incontri di discussione del caso
4. partecipazione al lavoro in ?quipe multidisciplinare
5. partecipazione agli eventuali eventi di formazione organizzati dalla ASST-Vimercate
Patologie dello sviluppo e Psicopatologia in et? evolutiva presso il Servizio di Neuropsichiatria dell?infanzia e dell?adolescenza
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
Nella Uonpia si svolge attivit? di diagnosi, cura e riabilitazione dei disturbi neuropsichiatrici della popolazione compresa tra 0 e 18 anni; si occupa del disagio psichico e delle patologie neuropsichiatriche nell?infanzia e nell?adolescenza, di attivit? di diagnosi cura e riabilitazione delle disabilit? neuromotorie, psichiche e sensoriali, delle patologie neurologiche, dei disturbi psichici, dei disturbi generalizzati dello sviluppo e di quelli della sfera affettiva; applicazione della legge 104/92 per l?integrazione dei disabili nelle scuole. Sotto la guida del tutor, il tirocinante si avvier? ad un percorso di autonomizzazione nell?uso degli strumenti clinici specifici della professione
OBIETTIVI FORMATIVI
Acquisizione delle competenze professionali necessarie per:
impostare un adeguato iter di valutazione, anche multidisciplinare, per giungere alla definizione diagnostica dei disturbi delle sviluppo e ai disturbi psicopatologici in et? evolutiva;
formulare corrette diagnosi differenziali sui disturbi dello sviluppo e sui disturbi psicopatologici in et? evolutiva.
impostare le relazioni conclusive sulla valutazione diagnostica
conoscere i passaggi necessari per il riconoscimento della patologia come invalidante (L. 104/92) e interventi legati a questo riconoscimento oltre a incontri di rete con docenti delle istituzioni scolastiche e con operatori dei servizi sociali
COMPETENZE PROFESSIONALI
Il tirocinante al termine dell?esperienza dovrebbe avere acquisito le seguenti capacit?:
condurre un colloquio clinico per una raccolta anamnestica completa e osservazioni cliniche di gioco e comportamentali del bambino
programmare la sequenza di valutazione e utilizzare gli strumenti clinici adeguati;
valutazione intellettiva con WISC IV, Leiter-R, WPPSI III, WAIS IV; scale di valutazione, test proiettivi del comportamento e della personalit?;
elaborare la diagnosi e una relazione diagnostica,la diagnosi funzionale utile per richiedere le provvidenze della L. 104/92,condurre un colloquio di restituzione diagnostica
condurre colloqui con insegnanti ed educatori professionali
PRINCIPALI ATTIVIT? ASSEGNATE AI TIROCINANTI
partecipazione ed osservazione diretta del lavoro dello psicologo con casi clinici,alla discussione casi nell??quipe multidisciplinare, agli incontri scolastici di rete L. 104/92
conduzione diretta (affiancato dal tutor), se possibile e se le competenze professionali
acquisite lo consentono, di colloqui di primo accesso, di valutazione ed uso di strumenti da valutazione.
METODOLOGIE UTILIZZATE
Osservazione diretta di tutte le fasi del lavoro psicologico per arrivare a condurre in prima persona affiancato dal tutor colloqui e valutazione, in relazione alle competenze professionali realmente apprese
partecipazione:
alla stesura della relazione cliniche e successivamente stesura in autonomia della relazione stessa
ad incontri di discussione tematici sulle varie patologie
agli eventuali eventi di formazione
Progetto Consultori
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
Progetto di sostegno psicologico a favore dell'utente, della coppia e del gruppo degli utenti in ambito Consultoriale.
Lo scopo ? far apprendere attraverso l'esperienza agli allievi del tirocinio per l'esame Albo A come effettuare interventi psicologici, insieme ai colleghi Psicologi strutturati del Consultorio, volti a sostenere le famiglie con lievi disagi relazionali nel loro complesso, le coppie genitoriali ed i singoli membri del nucleo nei fisiologici eventi del ciclo di vita familiare, valorizzando le risorse individuali e relazionali presenti, promuovendo la resilienza familiare, prevenendo sviluppi patologici a livello sanitario, emotivo e relazionale. Particolare attenzione, inoltre, sar? data ad intercettare precocemente le situazioni di particolare complessit? e fragilit? familiare (quali le famiglie adottive, le famiglie separate, le famiglie ricomposte, famiglie con disabili, famiglie con anziani sofferenti di demenza senile ) attivando interventi di supporto ed empowerment anche in collaborazione con la rete dei differenti servizi specialistici di II? livello (reparti ospedalieri di Pediatria, Neonatologia, Ostetricia e Ginecologia, Neuropsichiatria Infantile, ADI, Psichiatria, Servizi Tutela Minori, CADOM...).Gli operatori del "Progetto Consultori" intendono offrire, inoltre, consulenze individuali per sostenere sviluppo di una armonica relazione di attaccamento madre e bambino, favorire l?allattamento al seno, la cura del neonato e l?armonico inserimento del nuovo nato nella trama delle relazioni familiari; ? altres? proposto agli utenti uno spazio d?incontro e di confronto per approfondire la conoscenza dei diversi aspetti dello sviluppo del bambino nel primo anno di vita e per far condividere in gruppo l?esperienza della genitorialit?.
Elenco Sedi
Codice
Nome
Indirizzo
Psicologo Referente
E-Mail Psicologo Referente
S000166_001
CONSULTORIO DI CARATE
VIA MASCHERPA 14 - CARATE - 20841 (mb)
Dott. Monica Colnago
monica.colnago@asst-vimercate.it
S000166_002
CONSULTORIO DI SEREGNO
Via Stefano da Seregno, 102 - Seregno - 20831 (MB)
Dott. Nettuno
antonio.nettuno@asst.vimercate.it
S000166_003
P.O. CARATE GIUSSANO
Via Milano 65 - Giussano - 20833 (MB)
Dott. Carlo Ciro Cannarozzi
carlociro.cannarozzi@asst-vimercate.it
S000166_004
CONSULTORIO VIMERCATE
VIA DIAZ 42/A - VIMERCATE - xx (MB)
Dott.ssa Mariangela Beretta
mariangela.beretta@asst-vimercate.it
S000166_005
P.O. VIMERCATE
VIA SANTI COSMA E DAMIANO - VIMERCATE - 000000 (MB)
XXXXXXXXXX
xxxx@asst-vimercate.it
S000166_006
U.O.N.P.I.A. SEVESO
VIA MARTIRI DI UNGHERIA, 30 - SEVESO - 20822 (MB)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_007
U.O.N.P.I.A. LENTATE SUL SEVESO
VIA GARIBALDI, 35 - LENTATE SUL SEVESO - 20030 (MB)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_008
U.O.N.P.I.A. LISSONE
VIA DON BERNASCONI, 16 - LISSONE - 00000 (MB)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_009
U.O.N.P.I.A USMATE
VIA ROMA, 58 - USMATE - 20865 (MB)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_010
U.O.N.P.I.A. SEREGNO
VIA VERDI 2 - SEREGNO - 20831 (MB)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_011
CONSULTORIO DI LISSONE
VIA DON MINZONI 74 - LISSONE - 20851 (MB)
Dott.ssa Gabriella Ramazzina
gabriella.ramazzina@asst-vimercate.it
S000166_012
U.O.N.P.I.A BESANA
VIA VIARANA 38 - BESANA BRIANZA - 000000 (MB)
dott.ssa Ninfa Barbara Lo Iacono
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it
S000166_013
U.O.N.P.I.A. DESIO
VIA MAZZINI - DESIO - 0000 (mb)
Dott.ssa Lo Iacono Ninfa Barbara
ninfabarbara.loiacono@asst-vimercate.it