X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
Anagrafica e riferimenti Ente
ANAGRAFICA
Nome Ente: Cooperativa Sociale Promozione Umana
Anno Costituzione: 1984
Codice Fiscale: 07341700156
Partita Iva: 07341700156
Indirizzo: via della Crociate, 1
Città: San Giuliano Milanese
Cap: 20098
Provincia: Milano
RIFERIMENTI ENTE
Nome legale rappresentante: Gioachino Pezzoli
Mail legale rappresentante: amministrazione@promozioneumana.it
Psicologo Referente: Elena Chiarion
Psicologo Referente Email: elena.chiarion@promozioneumana.it
Mail di riferimento ente: elena.chiarion@promozioneumana.it
Pec: cooperativasocialepromozioneumana@lamiapec.it
Numero di telefono: 02/55600222
Indirizzo Web: www.promozioneumana.it
Attività psicologica Ente
L'ente privato accreditato "Promozione Umana", lavora da circa 40 anni nel settore delle dipendenze patologiche. Il percorso terapeutico riabilitativo della durata di 36 mesi è suddiviso in fasi. Ad ogni fase corrisponde una sede diversa di trattamento e pertanto ogni Unità di Offerta prevede la multidisciplinarietà dell'intervento attraverso la presenza di psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, medici ed educatori professionali. L'attività psicologica è molto articolata e prevede diverse tipologie di intervento che vanno dal colloquio individuale alla conduzione di gruppi terapeutici e formativi a tema e alla costituzione del programma terapeutico individualizzato. L'intervento psicologico nella sua azione individuale mira ad individuare e depotenziare le conflittualità profonde e irrisolte alla base del comportamento dipendente, al fine di favorire una possibile e nuova definizione del piano di vita personale. L'intervento nel gruppo, invece, permette all'utente uno spazio di riflessione in cui ciascuno può essere aiutato ad individuarsi, diventare più se stesso e anche, contemporaneamente, contribuire a creare un luogo in cui emergono somiglianze e differenze. Il gruppo, un po' come la madre con il suo bambino, contiene e rielabora gli affetti primitivi dei diversi partecipanti. Ciò permette allo "spazio gruppo" di essere pertanto "luogo di legami".
Lo strumento informatizzato del Fasas (Fascicolo socio-assistenziale), presente in tutte le Unità di Offerta, prevede l'analisi del bisogno dell'utente, la valutazione multidisciplinare e la costituzione del progetto terapeutico individualizzato con una serie di obiettivi ed indicatori a loro volto verificabili attraverso strumenti appositamente selezionati. I test utilizzati per la valutazione degli indici di esito trattamentale sono prevalentemente:
-Scala SCl 90,
-IQOLA Sf-36,
-Genogramma Familiare (MCGoldrick Gerson),
-Big Five Questionaire (BFQ),
- Emotional Quotient Inventory (EQ-I),
- Test Vas Craving Scale,
- AQS,
-CBCL,
-WaiS-R,
-Check list aziendali.
Nello specifico lo psicologo partecipa e collabora a tutte le fasi del trattamento attraverso:
-colloqui individuali
-riunioni di Equipe
-Equipe con il consulente psichiatra
-osservazione partecipante
-osservazione qualitativa
-gruppi terapeutici
-gruppi formativi a tema
verifiche dei comportamenti.
Gli psicologi, come tutto il personale qualificato partecipano inoltre alla formazione suddivisa in:
-formazione continua sul campo
-formazione annuale con consulenti esterni
-supervisioni con consulenti esterni.
Gli psicologi inoltre devono stilare delle relazioni, con cadenza programmata, ai Servizi Invianti, descrivendo la fasi e le verifiche del progetto trattamentale in corso, oltre che formulare la lettera di dimissione al moneto della conclusione del percorso terapeutico.
Progetti Ente
progetto psicologia sociale
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia sociale
All'interno della Comunità "Promozione Umana" il tirocinante può svolgere la propria attività di tirocinio anche nell'ambito della psicologia sociale.
Le due principali aree di intervento sono la prevenzione all'uso delle sostanze da attuare nei vari contesti scolastici, di aggregazione e culturali e in collaborazione anche con le Strutture Sanitarie e l'attivazione di progetti di reinserimento nel sociale per gli utenti che, terminato il proprio percorso terapeutico riabilitativo con esiti prognostici favorevoli, si approcciano ad un reinserimento sociale.
All'interno del progetto di prevenzione si darà ampio spazio a riflessioni inerenti i permessi ed i bisogni necessari al crescere e vivere bene. Nello specifico gli interventi prevedono una serie di obiettivi mirati al gruppo classe e al singolo trai quali:
- favorire la comunicazione all'interno del gruppo dei pari, secondo diversi livelli (descrittivo, emotivo, formale...)
-sviluppare capacità di riconoscere e descrivere i propri stati emotivi di prendere decisioni, dandosi dei permessi e dei limiti in relazione ai propri vissuti,
-fornire degli elementi di conoscenza sui diversi tipi di sostanze psicoattive e sui rischi del comportamento di abuso,
-fornire elementi di conoscenza di tutti i tipi di disturbi di dipendenza.
Il tirocinante può partecipare a tutte le attività di programmazione del progetto, sotto la guida del coordinatore del gruppo ed anche alle attività dirette di prevenzione.
Pertanto al tirocinante verrà richiesto, in affiancamento al tutor, di:
-partecipare all'iter di costruzione partecipata all'interno dell'organizzazione socio-sanitaria e sociosanitaria e sanitaria, con azioni mirate e coerenti e attente al tema specifico delle dipendenze patologiche;
-partecipare in modo attivo ai gruppi anche con interventi personali;
-sviluppare interazioni utili con tutti i membri del gruppo;
-redigere documenti programmatori, anche attraverso la consultazione di analoga documentazione.
Per quanto concerne i progetti del reinserimento all'interno della nostra struttura e al momento della conclusione del percorso terapeutico-riabilitativo il più delle volte si rileva una criticità di valorizzazione delle residue risorse di autonomia.
I motivi di queste criticità risiedono prevalentemente nella difficoltà, per questi soggetti fragili, di individuare i contesti realmente appropriati all'effettiva risocializzazione, soprattutto in merito alle capacità degli utenti di rendersi autonomi dal punto di vista lavorativo, abitativo e reddituale
In affiancamento al coordinatore del progetto verrà richiesto al tirocinante di:
-partecipare all'iter di costruzione partecipata all'interno dell'organizzazione socio-sanitaria con azioni mirate e coerenti e attente al tema specifico del reinserimento,
-individuare i contesti realmente appropriati all'effettiva risocializzazione dell'utente, ponendo attenzione alla giusta collaborazione con gli Enti preposti.
progetto psicologia sociale
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia sociale
All'interno della Comunità "Promozione Umana" il tirocinante può svolgere la propria attività di tirocinio anche nell'ambito della psicologia sociale.
Le due principali aree di intervento sono la prevenzione all'uso delle sostanze da attuare nei vari contesti scolastici, di aggregazione e culturali e in collaborazione anche con le Strutture Sanitarie e l'attivazione di progetti di reinserimento nel sociale per gli utenti che, terminato il proprio percorso terapeutico riabilitativo con esiti prognostici favorevoli, si approcciano ad un reinserimento sociale.
All'interno del progetto di prevenzione si darà ampio spazio a riflessioni inerenti i permessi ed i bisogni necessari al crescere e vivere bene. Nello specifico gli interventi prevedono una serie di obiettivi mirati al gruppo classe e al singolo trai quali:
- favorire la comunicazione all'interno del gruppo dei pari, secondo diversi livelli (descrittivo, emotivo, formale...)
-sviluppare capacità di riconoscere e descrivere i propri stati emotivi di prendere decisioni, dandosi dei permessi e dei limiti in relazione ai propri vissuti,
-fornire degli elementi di conoscenza sui diversi tipi di sostanze psicoattive e sui rischi del comportamento di abuso,
-fornire elementi di conoscenza di tutti i tipi di disturbi di dipendenza.
Il tirocinante può partecipare a tutte le attività di programmazione del progetto, sotto la guida del coordinatore del gruppo ed anche alle attività dirette di prevenzione.
Pertanto al tirocinante verrà richiesto, in affiancamento al tutor, di:
-partecipare all'iter di costruzione partecipata all'interno dell'organizzazione socio-sanitaria e sociosanitaria e sanitaria, con azioni mirate e coerenti e attente al tema specifico delle dipendenze patologiche;
-partecipare in modo attivo ai gruppi anche con interventi personali;
-sviluppare interazioni utili con tutti i membri del gruppo;
-redigere documenti programmatori, anche attraverso la consultazione di analoga documentazione.
Per quanto concerne i progetti del reinserimento all'interno della nostra struttura e al momento della conclusione del percorso terapeutico-riabilitativo il più delle volte si rileva una criticità di valorizzazione delle residue risorse di autonomia.
I motivi di queste criticità risiedono prevalentemente nella difficoltà, per questi soggetti fragili, di individuare i contesti realmente appropriati all'effettiva risocializzazione, soprattutto in merito alle capacità degli utenti di rendersi autonomi dal punto di vista lavorativo, abitativo e reddituale
In affiancamento al coordinatore del progetto verrà richiesto al tirocinante di:
-partecipare all'iter di costruzione partecipata all'interno dell'organizzazione socio-sanitaria con azioni mirate e coerenti e attente al tema specifico del reinserimento,
-individuare i contesti realmente appropriati all'effettiva risocializzazione dell'utente, ponendo attenzione alla giusta collaborazione con gli Enti preposti.
progetto psicologia clinica
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia clinica
All'interno della Comunità "Promozione Umana" che a sua volta è suddivisa in otto Unità di Offerta che erogano trattamenti terapeutico riabilitativi di tipo residenziale, il tirocinante, potrà:
- partecipare ai momenti di equipe multidisciplinare composta da psicologi, psicoterapeuti, educatori professionali, psichiatra, medico di base, operatori residenti;
-partecipare alle riunioni giornaliere di breifing con carattere maggiormente organizzativo e pratico;
-partecipare alla stesura dell'analisi del bisogno dell'utente, della valutazione multidisciplinare e del progetto terapeutico individualizzato che prevede l'individuazione di obiettivi e relativi indicatori per il raggiungimento degli esiti trattamentali.
Attraverso l'utilizzo dei test, specificatamente indicati per tipologia di utenza, il tirocinante:
-elabora i dati per la sintesi psicodiagnostica prodotta dallo psicologo.
I test che attualmente usiamo sono:
-Scala SCl 90,
-IQOLA Sf-36,
-Genogramma Familiare (MCGoldrick Gerson),
-Big Five Questionaire (BFQ),
- Emotional Quotient Inventory (EQ-I),
- Test Vas Craving Scale,
- AQS,
-CBCL,
-WaiS-R,
-Check list aziendali.
Potrà inoltre partecipare:
-alla somministrazione di strumenti psicometrici, scoring e report;
-ad approfondimenti di casi clinici, in particolare, quelli ad alta complessità.
Il tirocinante pertanto avrà accesso alla cartella clinica degli utenti e potrà prenderne visione secondo la nuova normativa di regolamentazione della privacy. Potrà inoltre collaborare con lo psicologo negli interventi psico-educativi che caratterizzano la vita di comunità nei momenti specifici della verifica dei comportamenti o dei gruppi a tema.
Il tirocinante inoltre potrà beneficiare di momenti dedicati alla didattica nell'ambito delle specifiche competenze inerenti le patologie legate alla dipendenza ed alla comorbilità psichiatrica oltre che prendere visione dei diversi studi che riguardano la scelta efficace di trattamento per patologia. Verrà inoltre coinvolto nei processi di riflessione sulle tematiche correlate alla dipendenza oltre alle implicazioni relative ai contatti con i Servizi invianti, con i Servizi della Tutela e Giudiziari.
Il tirocinante inoltre dovrà confrontarsi con il modello organizzativo della Struttura che, ospitando più di trecento utenti, appare molto articolato e complesso, e necessariamente è coinvolto nel giusto processo contrattuale a più mani che occorre concordare con l'utente e per lo sviluppo di un'adeguata compliance a tutte le fasi del trattamento.
progetto psicologia clinica
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
All'interno della Comunità "Promozione Umana" che a sua volta è suddivisa in otto Unità di Offerta che erogano trattamenti terapeutico riabilitativi di tipo residenziale, il tirocinante, potrà:
- partecipare ai momenti di equipe multidisciplinare composta da psicologi, psicoterapeuti, educatori professionali, psichiatra, medico di base, operatori residenti;
-partecipare alle riunioni giornaliere di breifing con carattere maggiormente organizzativo e pratico;
-partecipare alla stesura dell'analisi del bisogno dell'utente, della valutazione multidisciplinare e del progetto terapeutico individualizzato che prevede l'individuazione di obiettivi e relativi indicatori per il raggiungimento degli esiti trattamentali.
Attraverso l'utilizzo dei test, specificatamente indicati per tipologia di utenza, il tirocinante:
-partecipa al processo di diagnosi psicologica, comprendente l?analisi del funzionamento emotivo e della personalità, del comportamento, dei processi e delle funzioni cognitive, dell?interazione sociale, dei bisogni e delle motivazioni.
I test che attualmente usiamo sono:
-Scala SCl 90,
-IQOLA Sf-36,
-Genogramma Familiare (MCGoldrick Gerson),
-Big Five Questionaire (BFQ),
- Emotional Quotient Inventory (EQ-I),
- Test Vas Craving Scale,
- AQS,
-CBCL,
-WaiS-R,
-Check list aziendali.
Potrà inoltre partecipare a:
-ai colloqui individuali in ambito riabilitativo;
-alla somministrazione di strumenti psicometrici, scoring e report;
alle fasi di assesment psicologico;
-all?elaborazione di relazioni pedagogico-cliniche,
-alla conduzione di gruppi a valenza riabilitativa e/o psicoeducativa;
-ad approfondimenti di casi clinici, in particolare, quelli ad alta complessità.
Il tirocinante pertanto avrà accesso alla cartella clinica degli utenti e potrà prenderne visione secondo la nuova normativa di regolamentazione della privacy. Potrà inoltre collaborare con lo psicologo negli interventi psico-educativi che caratterizzano la vita di comunità.
Utilizzerà i test e gli altri strumenti standardizzati che il progetto terapeutico individualizzato prevede, elaborerà i dati per la sintesi psicodiagnostica che poi lo psicologo dovrà produrre.
Il tirocinante inoltre potrà beneficiare di momenti dedicati alla didattica nell'ambito delle specifiche competenze inerenti le patologie legate alla dipendenza ed alla comorbilità psichiatrica. Potrà prendere visione dei diversi studi che riguardano la scelta efficace di trattamento per patologia. Verrà inoltre coinvolto nei processi di riflessione sulle tematiche correlate alla dipendenza oltre alle implicazioni relative ai contatti con i Servizi invianti, con i Servizi della Tutela e Giudiziari.
Il tirocinante dovrà infine confrontarsi con il modello organizzativo della Struttura che, ospitando più di 300 utenti, appare molto articolato e complesso, ed è parte del giusto processo contrattuale che occorre concordare con l'utente e per lo sviluppo di un'adeguata compliance a tutte le fasi del trattamento.
Elenco Sedi
Codice
Nome
Indirizzo
Psicologo Referente
E-Mail Psicologo Referente
001882_001
Maria Madre di Cristo
Via Grandi, 2 - San Donato Milanase - 20097 (Milano)
Annalisa Bevilacqua
madredicristo@promozioneumana.it
001882_002
Madonna della Strada
via Largo Unit? di Italia, 4 - San Giuliano Milanese - 20098 (Milano)
Moria Muzzupappa
madonnadelcammino@promozioneumana.it
001882_003
Maria Madre dell'Amore
via San Carlo Borromeo, 18 - Peschiera Borromeo - 20068 (Milano)
Elena Chiarion
elena.chiarion@promozioneumana.it