X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
Anagrafica e riferimenti Ente
ANAGRAFICA
Nome Ente: FARE CENTRO - STUDIO DI PSICOLOGIA E DINTORNI
Anno Costituzione: 2018
Codice Fiscale: CZZLPL86H69L682E
Partita Iva: 03239550126
Indirizzo: via Cattaneo 4
Città: Gavirate
Cap: 21026
Provincia: Varese
RIFERIMENTI ENTE
Nome legale rappresentante: LEONIA PAOLA CAZZARO
Mail legale rappresentante: leoniacazzaro@gmail.com
Psicologo Referente: LEONIA PAOLA CAZZARO
Psicologo Referente Email: leoniacazzaro@gmail.com
Mail di riferimento ente: INFO@STUDIOFARECENTRO.IT
Pec: leoniapaol.cazzaro.848@psypec.it
Numero di telefono: 3458728464
Indirizzo Web: WWW.STUDIOFARECENTRO.IT
Attività psicologica Ente
Lo studio Fare Centro ospita professionisti (Logopedista, psicologo e Neuropsichiatra Infantile) inseriti nelle équipe autorizzate dalla ASST per la prima certificazione di DSA. Inoltre, vengono offerti servizi di consulenza pedagogica, intervento educativo specialistico in caso di ADHD e gravi disturbi comportamentali, terapia ABA nei casi di diagnosi di autismo o disturbi dello spettro. La dott.ssa Cazzaro Leonia Paola è Psicologa e Psicoterapeuta e referente dello studio. Quest'ultima solitamente effettua la prima visita per la raccolta anamnestica e l'analisi del bisogno dell'utente. Successivamente viene presa in considerazione la possibilità di un approfondimento psicodiagnostico mediante colloquio clinico, test e scale. Viene effettuato lo scoring (manuale o computerizzato a seconda dei casi) e viene stilata la relazione. Nel corso di un apposito incontro viene consegnata la relazione al paziente con esaustiva argomentazione e spiegazione di quanto in essa contenuto.
Vengono realizzate mensilmente riunioni di équipe della durata media di 3 ore finalizzate alla condivisione di buone pratiche in ambito clinico ed alla discussione di casi clinici, allo studio di eventuali strumenti diagnostici, con una forte ricaduta formativa.
Essenziale è la collaborazione con altri Psicologi e Professionisti del servizio pubblico (Medico Neuropsichiatra, Psicologi e Terapisti, servizio Tutela Minori, Servizio Sociale di Base) al fine di garantire una presa in carico condivisa rispetto agli invii per approfondimento o presa in carico.
Numerosi sono i contatti con colleghi psicologi che operano sul territorio per invio reciproco sulla base delle specifiche aree di competenza.
Sono attive collaborazioni con realtà e del privato sociale (Cooperativa La Spiga e Cooperativa L'Anello e si sta provvedendo a realizzare collaborazioni con realtà associative del territorio, tra cui Feed Their Minds rispetto alla plusdotazione intellettiva.
Progetti Ente
RICONOSCERE I DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Il presente progetto, mediante il coinvolgimento diretto del tirocinante, intende far acquisire conoscenze teoriche e pratiche per poter riconoscere i più comuni disturbi del neurosviluppo (ritardo cognitivo, DSA, disturbi di linguaggio, ADHD, DOP, autismo, ...) mediante un adeguato assessment clinico che prevede raccolta anamnestica, osservazione, eventuale somministrazione di tests e colloquio clinico.
Dopo una prima fase di approfondimento teorico relativo all'assessment psicologico e ad ogni quadro in esame (mediante partecipazione a corsi, webinar, studio di manuali e slides...), il tirocinante partecipa alle consultazioni che vengono effettuate dal tutor di riferimento. Viene fatta già una prima riflessione preliminare della telefonata o della richiesta di appuntamento per cercare di comprendere il bisogno sottostante la richiesta.
Il tirocinante è chiamato a redigere report di quanto condiviso e di quanto ha potuto osservare nel corso degli incontri a cui ha partecipato. Il Tutor condivide riflessioni sul caso in esame e coinvolge il tirocinante nello scoring dei test eventualmente somministrati e nella stesura della relazione clinica.
Il tirocinante partecipa alle riunioni di équipe ed alla discussione casi clinici.
Viene stimolata la capacità critica, capacità di analisi e sintesi e il ragionamento clinico, anche in riferimento alla diagnosi differenziale ed alle ipotesi di trattamento o riabilitazione per il minore e/o la famiglia.
COLLOQUIO CLINICO, VALUTAZIONE E RELAZIONE
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
Il presente progetto, mediante il coinvolgimento diretto del tirocinante, intende far acquisire conoscenze teoriche e pratiche per poter riconoscere i più comuni disturbi psicopatologici nell'adolescenza e nell'età adulta (quadri ansiosi, sindromi depressive, reazioni post traumatiche, psicosi,...) e nell'età evolutiva (ritardo cognitivo, DSA, disturbi di linguaggio, ADHD, DOP, autismo, disturbi depressivi, disturbi ansiosi...) mediante un adeguato assessment clinico che prevede raccolta anamnestica, osservazione, eventuale somministrazione di tests (con scoring ed interpretazione dei risultati) e colloqui clinici.
Dopo una prima fase di approfondimento teorico relativo al colloquio clinico, all'assessment psicologico e ad ogni quadro in esame (mediante partecipazione a corsi, webinar, ripasso di manuali e slides...), il tirocinante partecipa alle consultazioni che vengono effettuate dal tutor di riferimento. Viene fatta già una prima riflessione preliminare della telefonata o della richiesta di appuntamento per cercare di comprendere il bisogno sottostante la richiesta.
Il tirocinante è chiamato a redigere report di quanto condiviso e di quanto ha potuto osservare nel corso degli incontri a cui ha partecipato. Il Tutor condivide riflessioni sul caso in esame e coinvolge il tirocinante nello scoring dei test eventualmente somministrati e nella stesura della relazione clinica.
Il tirocinante partecipa alle riunioni di équipe ed alla discussione casi clinici.
Viene stimolata la capacità critica, capacità di analisi e sintesi e il ragionamento clinico, anche in riferimento alla diagnosi differenziale ed alle ipotesi di trattamento o riabilitazione per il paziente e/o la sua famiglia in caso di minori.
In caso di consulenze in ambito giuridico, il tirocinante assiste il tutor nella lettura degli atti di causa e partecipa alle attività previste.
PROGETTI DI SCREENING DIFFICOLTA' EVOLUTIVE
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Per la fascia 0-3 anni: collaborazione con gli asili nido al fine di individuare precocemente eventuali problematiche legate al sonno, all'alimentazione, all'attaccamento o disarmonie evolutive mediante i seguenti strumenti: sessioni di osservazione delle dinamiche gruppali all'interno delle classi/sezioni, consulenze con i genitori, supervisione del personale educativo e del coordinatore.
Per la fascia 3-6: collaborazione con le scuole dell'infanzia per lo screening e l'individuazione precoce di difficoltà e problematiche frequentemente riscontrabili in età evolutiva (Disturbi specifici di linguaggio, Ritardo cognitivo, Disprassia e disturbo della coordinazione motoria, disturbo da deficit dell'attenzione con iperattività, disturbi emotivi...) al fine di indirizzare adeguatamente i genitori per una valutazione specialistica ed eventuale presa in carico e per fornire indicazioni al personale docente sulle modalità di interazione/relazione in questi casi.
Eventuali percorsi di potenziamento delle funzioni cognitive implicate nelle letto-scrittura, percorsi di potenziamento delle funzioni attentive mediante metodo Feuerstein.
Per la scuola primaria: nei primi 3 anni attività di screening di disturbi di apprendimento mediante test specifici e restituzione ali genitori dei dati emersi con indicazione di strutture per la eventuale diagnosi approfondita e certificazione.
Per la scuola primaria e secondaria di primo grado: progetti di prevenzione primaria e secondaria sul tema della consapevolezza digitale, bullismo e cyberbullismo, affettività ed assertività, corretta individuazione e gestione delle emozioni proprie e altrui mediante incontri con le classi, serate per i genitori ed incontri con i docenti.
Elenco Sedi
Codice
Nome
Indirizzo
Psicologo Referente
E-Mail Psicologo Referente
002059_001
FARE CENTRO - Studio di Psicologia e Dintorni -
Via Cattaneo 4 - Gavirate - 21026 (VARESE)
LEONIA PAOLA CAZZARO
leoniacazzaro@gmail.com