X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
Anagrafica e riferimenti Ente
ANAGRAFICA
Nome Ente: Associazione Centri V.C.O. - O.N.LU.S.
Anno Costituzione: 1972
Codice Fiscale: 84004980037
Partita Iva: 0115910039
Indirizzo: Corso Roma 75
Città: Gravellona Toce
Cap: 28883
Provincia: VB
RIFERIMENTI ENTE
Nome legale rappresentante: Cinquini Carlo Roberto
Mail legale rappresentante: info@associazionecentrivco.it
Psicologo Referente: Rossano Giuseppina
Psicologo Referente Email: girossana5@gmail.com
Mail di riferimento ente: info@associazionecentrivco.it
Pec:
Numero di telefono: 0323848551
Indirizzo Web: www.associazionecentrivco.it
Attività psicologica Ente
l' associazione centri del vco onlus fornisce dal 1972 assistenza e riabilitazione specialistica a bambini e giovani con disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio, relazionale, cognitivo e di apprendimento e ad adulti con disturbi neuropsicomotori conseguenti a patologie complesse, attraverso attività diagnostica, prognostica e prescrittiva per l'impostazione e l'attuazione di un piano riabilitativo personalizzato in ambito psicologico, psicoterapico e neuropsicologico.
servizi offerti: sostegno e riabilitazione psicologica individuale, familiare e di gruppo; psicoterapia individuale e congiunta, psicoterapia di gruppo, training di riabilitazione neuropsicologica con particolare attenzione ai disturbi attentivi e di apprendimento (dsa - adhd...)
ricerca e formazione in ambito psicologico, e neuropsicologico con attivazione di corsi di aggiornamento teorico e pratico aperti ai tirocinanti.
lavoro in équipe multidisciplinare con discussione di casi clinici con l'apporto delle varie figure professionali, neuropsicomotricisti, logopedisti, fisioterapisti, psicologi e medici specialisti.
supervisione individuale e di gruppo-
i due centri di domodossola e gravellona toce mantengono proficui rapporti di collaborazione con le strutture del territorio che operano in campo sanitario e sociale soprattutto con quelle pubbliche e del privato non profit.
viene data anche molta attenzione a mantenere e incentivare contatti più o meno strutturati con centri di studio e di ricerca.
ampio spazio viene dato ai rapporti con le scuole, ascolto degli insegnanti nelle cui classi sono inseriti i nostri utenti, organizzazione di attività di formazione per insegnanti ed educatori.
la linea seguita, in campo psicologico è orientata principalmente alla teoria psicoanalitica freudiana, e per l'età evolutiva il riferimento principale è la scuola di anna freud, così come portata avanti da joseph sandler, ma siamo aperti anche ad altri approcci e metodi (metodo feuerstein, tecnica aba, ecc.), sulla base delle esigenze e della patologia del paziente; in campo neuropsicologico il riferimento principale è la riabilitazione integrata sostenuta dal prof. francesco benso dell'università di genova e l'attenzione alle nuove conoscenze e scoperte neuroscientifiche.
nei due centri vengono seguite mediamente circa 800 persone, per la gran parte (circa 80-) in età evolutiva con patologie motorie e neuromotorie, sindromi e disturbi psichici, cognitivi e comportamentali, sia correlati a patologie croniche che evolutive.
per ciascuno è previsto un piano di intervento personalizzato, in cui il paziente è visto nella sua globalità e unicità e nel contesto in cui è inserito.
la struttura è accreditata col ssn ai sensi della dgr n. 43- 23753 del 29/12/1997, regione piemonte.
Progetti Ente
Progetto Psicologia clinica Albo B
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia clinica
Il percorso di apprendimento per i tirocinanti e' finalizzato, in particolar modo, a stimolare e favorire:
- la graduale capacita' di operare in modo efficace nei contesti professionali, integrandosi con le alte professionalita', all'interno dei confini delle rispettive competenze;
- l'applicazione degli strumenti professionali, con riferimento anche alla capacita' di gestire le varie fasi dell'azione professionale, dall?individuazione degli obiettivi alla valutazione dei risultati, in collaborazione con e sotto la supervisione degli psicologi dell'Albo A.

Strumenti e metodi:
Nella progettazione sara' privilegiata la partecipazione a momenti individuali e di gruppo dedicati alla riflessione e rielaborazione dell'esperienza.

L'attivita' prevede:
Partecipazione alle verifiche cliniche settimanali nelle quali si approfondiscono i casi clinici:
- In fase diagnostica per l'impostazione di un piano riabilitativo personalizzato globale;
- In successivi momenti di monitoraggio del processo riabilitativo per un inquadramento clinico-terapeutico che tenga conto congiuntamente delle varie funzioni coinvolte nella loro specificita' e contemporaneamente del quadro globale scaturente dalla loro interazione e dell'incidenza delle problematiche emotive e relazionali.

Osservazione della somministrazione di test (prove differenziate per le varie abilita') e alle valutazioni psicodiagnostiche con attenzione ai vari aspetti emotivo-relazionali: intrapsichici e interpersonali , cognitivi e neuropsicologici.
Affiancamento alle varie figure professionali, volti a cogliere aspetti neuropsicologici, psicodinamici e interpersonali del rapporto paziente-terapeuta e relativi approfondimenti, mediante supervisioni di gruppo e individuali
Possibilita' di partecipare e confrontarsi con le conoscenze e le competenze professionali acquisite, in un contesto guidato di rapporto con l'utenza.
Consultazioni supervisionate di documentazione clinica.
Lettura e discussione di materiale bibliografico atto a meglio comprendere e approfondire le esperienze di tirocinio.
Momenti di discussione e approfondimenti individuali e di gruppo con il tutor e con il referente riguardanti l'esperienza di tirocinio e le problematiche emotivo relazionali interpersonali,deontologiche e istituzionali inerenti alle attivita' osservate o svolte.
La modalita' di lavoro pluridisciplinare con l'apporto delle varie competenze.
L'attuazione del programma verra' organizzata e graduata per ogni tirocinante, tenendo conto delle sue esigenze e competenze, per offrirgli la possibilita' di attivarsi per conoscere e sperimentare il piu' possibile.
Progetto Psicologia dello sviluppo Albo B
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo B
Area Discipinare: Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Il percorso di apprendimento per i tirocinanti e' finalizzato, in particolar modo, a stimolare e favorire:

- la graduale capacita' di operare in modo efficace nei contesti professionali, integrandosi con le altre professionalita', all'interno dei confini delle rispettive competenze;
- l'applicazione di strumenti professionali, con riferimento anche alla capacita' di gestire le varie fasi dell'azione, dall'individuazione degli obiettivi alla valutazione dei risultati, anche in collaborazione con i colleghi dell'albo A;
- la capacita' di riconoscere e gestire le criticita' deontologiche nella relazione con i clienti e i colleghi.

Strumenti e metodi:
Nella progettazione sara' privilegiata la graduale assunzione di responsabilita', accompagnata e sostenuta dalla partecipazione a momenti individuali e di gruppo dedicati alla riflessione e rielaborazione dell'esperienza.

L'attivita' prevede:
Partecipazione alle verifiche cliniche settimanali nelle quali si approfondiscono i casi clinici:
- In fase diagnostica per l'impostazione di un piano riabilitativo personalizzato globale che si estenda al contesto familiare e scolastico
- In successivi momenti di monitoraggio del processo riabilitativo per un inquadramento clinico-terapeutico che tenga conto congiuntamente del livello di sviluppo delle varie funzioni nel loro continuo evolversi, del quadro globale scaturente dalla loro interdipendenza e dall'interazione con l'ambiente , dell'incidenza delle problematiche emotive e relazionali e dei nodi critici nel processo di separazione-individuazione.
Osservazione partecipata nella somministrazione di test (scale di sviluppo, prove differenziate per le varie eta') e alle valutazioni psicodiagnostiche con attenzione ai vari aspetti emotivo-relazionali, cognitivi e neuropsicologici.
Affiancamento alle varie figure professionali, volti a cogliere aspetti neuropsicologici, psicodinamici e interpersonali del rapporto paziente-terapeuta e relativi approfondimenti, mediante supervisioni di gruppo e individuali
Possibilita' di partecipare, sotto la guida costante del tutor , in un contesto guidato di rapporto con bambini e adolescenti e di confrontarsi con le conoscenze e le competenze professionali acquisite,
Consultazioni supervisionate di documentazione clinica attinente alle varie fasi evolutive e ai disturbi dello sviluppo con particolare attenzione ai Deficit attentivi e ai Disturbi Specifici dell'Apprendimento.
Lettura e discussione di materiale bibliografico.
Momenti di discussione e approfondimenti individuali e di gruppo con il tutor e con il referente riguardanti l'esperienza di tirocinio e le problematiche relazionali interpersonali,deontologiche e istituzionali.
La modalita' di lavoro e' pluridisciplinare con l'apporto delle varie competenze.
Progetto Psicologia dello sviluppo
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia dello sviluppo e dell'educazione
Il percorso di apprendimento per i tirocinanti ? finalizzato, in particolar modo, a stimolare e favorire:

- la graduale capacit? di operare in modo autonomo nei contesti professionali, integrandosi con le alte professionalit?, all?interno dei confini delle rispettive competenze;
- l?applicazione di metodi e strumenti professionali, con riferimento anche alla capacit? di progettare e gestire le varie fasi dell?azione professionale, dall?individuazione degli obiettivi alla valutazione dei risultati;
- la capacit? di riconoscere e gestire le criticit? deontologiche nella relazione con i clienti e i colleghi.

Strumenti e metodi:
Nella progettazione sar? privilegiata la graduale assunzione di responsabilit? autonoma, accompagnata e sostenuta dalla partecipazione a momenti individuali e di gruppo dedicati alla riflessione e rielaborazione dell?esperienza.

L?attivit? prevede:
? Partecipazione alle verifiche cliniche settimanali nelle quali si approfondiscono i casi clinici:
- In fase diagnostica per l?impostazione di un piano riabilitativo personalizzato globale che si estenda al contesto familiare e scolastico
- In successivi momenti di monitoraggio del processo riabilitativo per un inquadramento clinico-terapeutico che tenga conto congiuntamente del livello di sviluppo delle varie funzioni nel loro continuo evolversi , del quadro globale scaturente dalla loro interdipendenza e dall?interazione con l?ambiente , dell?incidenza delle problematiche emotive e relazionali e dei nodi critici nel processo di separazione-individuazione.
? Partecipazione alla somministrazione di test (scale di sviluppo, prove differenziate per le varie et?) e alle valutazioni psicodiagnostiche con attenzione ai vari aspetti emotivo-relazionali:, cognitivi e neuropsicologici.
? Affiancamento alle varie figure professionali , volti a cogliere aspetti neuropsicologici, psicodinamici e interpersonali del rapporto paziente-terapeuta e relativi approfondimenti, mediante supervisioni di gruppo e individuali
? Possibilit? di sperimentarsi, sotto la guida del tutor , in un contesto guidato di rapporto diretto con bambini e adolescenti e di confrontarsi con le conoscenze e le competenze professionali acquisite,
? Consultazioni supervisionate di documentazione clinica attinente alle varie fasi evolutive e ai disturbi dello sviluppo con particolare attenzione ai Deficit attentivi e ai Disturbi Specifici dell?Apprendimento, coerente con la formazione del tirocinante e inerente i casi osservati.
? Lettura e discussione di materiale bibliografico.
. Momenti di discussione e approfondimenti individuali e di gruppo con il tutor e con il referente riguardanti l?esperienza di tirocinio e le problematiche relazionali interpersonali,deontologiche e istituzionali.
La modalit? di lavoro ? pluridisciplinare con l?apporto delle varie competenze.
Progetto Psicologia clinica
Tipo Esame: Tirocinio per accesso esame Albo A
Area Discipinare: Psicologia clinica
Il percorso di apprendimento per i tirocinanti ? finalizzato, in particolar modo, a stimolare e favorire:

- la graduale capacit? di operare in modo autonomo nei contesti professionali, integrandosi con le alte professionalit?, all?interno dei confini delle rispettive competenze;

- l?applicazione di metodi e strumenti professionali, con riferimento anche alla capacit? di progettare e gestire le varie fasi dell?azione professionale, dall?individuazione degli obiettivi alla valutazione dei risultati;

- la capacit? di riconoscere e gestire le criticit? deontologiche nella relazione con i clienti e i colleghi.

Strumenti e metodi:

Nella progettazione sar? privilegiata la graduale assunzione di responsabilit? autonoma, accompagnata e sostenuta dalla partecipazione a momenti individuali e di gruppo dedicati alla riflessione e rielaborazione dell?esperienza.

L?attivit? prevede:

? Partecipazione alle verifiche cliniche settimanali nelle quali si approfondiscono i casi clinici:
- In fase diagnostica per l?impostazione di un piano riabilitativo personalizzato globale ;
- In successivi momenti di monitoraggio del processo riabilitativo per un inquadramento
clinico-terapeutico che tenga conto congiuntamente delle varie funzioni coinvolte nella loro specificit? e contemporaneamente del quadro globale scaturente dalla loro interazione e dell?incidenza delle problematiche emotive e relazionali.

? Partecipazione alla somministrazione di test ( prove differenziate per le varie abilit?) e alle valutazioni psicodiagnostiche con attenzione ai vari aspetti emotivo-relazionali: intrapsichici e interpersonali , cognitivi e neuropsicologici.

? Affiancamento alle varie figure professionali , volti a cogliere aspetti neuropsicologici, psicodinamici e interpersonali del rapporto paziente-terapeuta e relativi approfondimenti, mediante supervisioni di gruppo e individuali

? Possibilit? di sperimentarsi e confrontarsi con le conoscenze e le competenze professionali acquisite, in un contesto guidato di rapporto diretto con l?utenza.

? Consultazioni supervisionate di documentazione clinica coerente con la formazione e inerente i casi osservati.

? Lettura e discussione di materiale bibliografico atto a meglio comprendere e approfondire le esperienze di tirocinio.

? Momenti di discussione e approfondimenti individuali e di gruppo con il tutor e con il referente riguardanti l?esperienza di tirocinio e le problematiche emotivo relazionali interpersonali,deontologiche e istituzionali inerenti alle attivit? osservate o svolte.

La modalit? di lavoro ? pluridisciplinare con l?apporto delle varie competenze.

L?attuazione del programma verr? organizzata e graduata per ogni tirocinante, per offrirgli la possibilit? di attivarsi per conoscere e sperimentare il pi? possibile.
Elenco Sedi
Codice
Nome
Indirizzo
Psicologo Referente
E-Mail Psicologo Referente
S000089_002
Centro di riabilitazione e di N.P.I. Domodossola
via S. Francesco 40 - Domodossola - 28845 (VB)
Giuseppina Rossano
girossana5@gmail.com
S000089_003
Centro di riabilitazione e di N.P.I. Gravellona
Corso Roma 75 - Gravellona Toce - 2883 (VB)
Giuseppina Rossano
girossana5@gmail.com